Integratori e macchinari home fitness Varese città giardino Vendita integratori e macchinari home fitness. Possibilità pagamenti rateali a tasso 0 (TEAG 0, TAN 0)
Aggiornato da 1 ore e 8 minuti | Sabato, 26 luglio 2014
Torna alla home page
Scrivi alla redazioneQuotidiano indipendente del nord
Ricerca negli articoli
Ricerca articoli
Pubblicazione data21/05/2011 | Varese
Varese (21100 VA), Lombardia | m.s.l.m.: 382 | Collina interna | km²: 54,93 | Ab.: 81.788
Print page

Rogo doloso contro il bar

“Nessuno ci fermerà”. I giovani aiutano Weiwei

“Nessuno ci fermerà”. I giovani aiutano Weiwei
Weiwei Chen

Dopo l'incendio all'Angolo di Cielo, i clienti del bar danno una mano a mettere a posto. Weiwei: “Mi sono tutti vicino"

“Nessuno ci fermerà”. I giovani che frequentano abitualmente l'Angolo di Cielo di Weiwei Chen non demordono. Il giorno dopo l'attentato incendiario contro il bar di fronte al Comune, decine di ragazzi, poco sotto o poco sopra i 20 anni, stanno lavorando, saltando anche la scuola, per aiutarlo a mettere a posto il bar.
E sabato mattina, mentre passava di lì, si è fermato a dare la propria solidarietà anche il Mister del Varese Giuseppe Sannino.

Il quale ha anche posato per una foto tenendo in mano uno dei cartelli che i supporter di Weiwei hanno appeso fuori dal locale. In uno c'è scritto “Ps: non ci fermerete”, nell'altro un bell'inglese “Fun cool”, da leggersi come si preferisce.
Anche ieri, mentre dall'altro lato di via Sacco si festeggiava il 159esimo della Polizia di Stato, da questo lato, in silenzio, i giovani laboriosi si davano da fare.
Non ci possiamo certo tirare indietro – dice Marco Valcarenghi, uno dei ragazzi accorsi – Weiwei è un nostro amico e questo posto ci è famigliare. Noi vogliamo che resti aperto e non ci faremo intimidire”.
Anche Giacomo ha dato una mano: “È il nostro punto di ritrovo. Per questo stiamo dando una manom, e non ci tireremo indietro”.

Insomma, si interpreta bene lo spirito del “Non ci fermerete”.
Intanto, non c'è però stato nessun passo in avanti nell'individuare gli autori dell'atto criminale. “Al momento non ho saputo niente – dice Weiwei – so che la polizia sta indagando e se ci saranno sviluppo mi faranno sapere. Non ho idea di chi possa avere voluto farmi una cosa del genere. Sicuramente c'è ancora paura. Ma la solidarietà di tutti, soprattutto dei miei amici, è una cosa importante”.
Dopo un giorno di impegno, il bar sta cambiando lentamente aspetto.
I mobili bruciati sono stati tolti, ed il pavimento è stato liberato dai resti degli oggetti rovinati dal fuoco.
Lavorano fin dalla mattina i ragazzi, anche perché, non essendoci la corrente, non possono spingersi più di tanto quando va via la luce.
Riescono a tirare mediamente fino alle 22.
Adesso, oltre all'aiuto fisico nel metterlo a posto, c'è chi pensa di organizzare anche un evento simbolico, tipo una festa, per farlo ripartire. Visto che il danno è anche economico.
Sono solo ipotesi al momento. Ma che potrebbero concretizzarsi nei prossimi giorni, quando i lavori di messa in sicurezza del locale saranno finiti.
Ieri, i ragazzi, con le scale, stavano ancora lavorando alla pulizia delle pareti.
Quindi ci vuole qualche giorno. Il grosso dell'aiuto è arrivato nel pomeriggio di venerdì, quando si era sparsa la voce di quello che era successo nella notte. Ma già dalle 8 di mattina di venerdì, c'erano le prime persone ad aiutare Weiwei e sua madre nel pulire il locale. Tra cui qualche amico e la fidanzata del giovane gestore dell'Angolo di Cielo, che gli è stata vicina fin da subito aiutandolo e sostenendolo.

CommentCommenta l'articolo, lasciaci una tua opinione.
Titolo

Commento di massimo 500 battute carattere

Legati a ““Nessuno ci fermerà”. I giovani aiutano Weiwei” l'autore dell'articolo ti segnala direttamente anche:
  • A ritmo di hip hop nel centro di Varese

    A ritmo di hip hop nel centro di Varese

    L'Angolo di Cielo ospiterà per tutta l'estate serate musicali a tema. L'appuntamento è per sabato sera: si comincia con la street dance, il moon walking ed il crip walk                                                                                                                                                                                                                                     

  • Rogo doloso a Varese: distrutto il bar davanti al Comune

    Rogo doloso a Varese: distrutto il bar davanti al Comune

    Nella notte è stato dato alle fiamme il locale gestito da Weiwei Chen. Solo un fornaio ha evitato che il fuoco si propagasse. Fontana porta la solidarietà                                                                                                                                                                                                                                                       

Aeroporti Internazionali Forlanini di Linate e di Malpensa. Gestiti dalla Società SEA, informazioni sugli orari dei voli le tariffe
Giornale ininsubria su Facebook
La nostra pagina su Facebook La nostra pagina su Twitter rss feed - articoli dell'ultimo mese
Redazione | Direttore | Pubblicità | Lettere

InInsubria - P.IVA 03078100124 - Registrazione al Tribunale di Varese n° 943