Integratori e macchinari home fitness Eremo di Santa Caterina del Sasso Vendita integratori e macchinari home fitness. Possibilità pagamenti rateali a tasso 0 (TEAG 0, TAN 0)
Aggiornato da 1 ore e 1 minuti | Venerdì, 19 dicembre 2014
Torna alla home page
Scrivi alla redazioneQuotidiano indipendente del nord
Ricerca negli articoli
Ricerca articoli
Pubblicazione data03/05/2010 | Insubria
Print page

Como, un percorso storico-turistico per raccontare la fine del fascismo

Como, un percorso storico-turistico per raccontare la fine del fascismo

La Comunità  europea finanzia un progetto della Provincia che punta a valorizzare luoghi e raccontare gli eventi svoltisi sulle rive del lago di Como: dalla morte di Mussolini all'oro di Dongo.

Ora è ufficiale, si farà il percorso storico-turistico denominato “La fine della Guerra” che vuole andare a valorizzare l’insieme dei fatti accaduti sul Lago di Como nella primavera del 1945 e che portarono, di fatto, alla fine del fascismo e della II guerra mondiale in Italia. E’ stato, infatti, finanziato il progetto, proposto dalla Provincia di Como, in sede di Comunità Europea attraverso la misura cosiddetta “Obiettivo 2”. Complessivamente in questa zona dell'Insubria arriveranno oltre 4 milioni di euro, il 50% a fondo perduto e il 50% da restituire in 20 anni a tasso zero.
Una cifra importante per riportare alla luce i fatti di 65 anni fa, quando sul lago di Como migliaia di uomini della Repubblica sociale e della "colonna Mussolini" si diedero appuntamento per cercare una resa con gli anglo-americani evitando di cadere nelle mani dei partigiani, come invece avvenne per il capo del fascismo.
Oltre alla cattura del Duce a Dongo e alla sua discussa morte - come nei fatti avvenne è ancora oggi materia di studio - sul lago di Como si intrecciarono mille altre storie e avvenimenti che si spera questo progetto riesca a riportare a galla.
Vi furono gerarchi e militi di Salò che riuscirono ad evitare la fucilazione pagando a peso d'oro, è il caso di dirlo, abiti borghesi e rifugi "offerti" dagli abitanti del luogo. Ma vi fu anche la sparizione del tesoro della Repubblica sociale, il cosidetto "oro di Dongo", sul quale non mancano misteri e accuse; delitti "strani" compiuti tra stessi partigiani - i più famosi quelli di Gianna e Neri -; la fucilazione dei gerarchi; la presenza di personaggi dei servizi segreti e di politici di spessore che sempre negarono di essere stati sulle rive del lago in quel periodo cruciale e tanto discusso.


“Il nostro intento - commenta l’assessore provinciale Ivano Polledrotti, tra i fautori dell’iniziativa - è quello di valorizzare una serie di eventi che hanno visto il Lago di Como al centro di fatti di grandissima rilevanza storica. Riteniamo che oltre 60 anni dalla fine della guerra siano un lasso di tempo sufficiente per affrontare le tematiche legate alla morte di Mussolini in modo sereno e, soprattutto, scevro da qualsiasi strumentalizzazione. L’obiettivo è ricostruire, contestualizzare e inquadrare storicamente, in maniera razionale e documentata, gli avvenimenti di quei giorni. Fermo restando il fatto incontrovertibile - prosegue Polledrotti - che proprio da quegli eventi è scaturita la nostra Repubblica, libera e democratica, in nessun modo vogliamo entrare in discussioni di tipo politico e, per questo, verrà costituito un comitato storico-scientifico di altissimo profilo che sovraintenderà all’intero progetto. Un progetto che riteniamo possa anche avere importanti ricadute a livello economico per l’intera area”.


“Naturalmente - afferma ancora Mojoli - questa è certamente anche l’occasione per creare (attraverso musei, visite guidate e altre iniziative mirate) un nuovo, importante (e oltretutto valido per l’intero arco dell’anno) polo d’attrazione turistica sul nostro territorio in vista di Expo 2015. Sulla scorta di quanto avvenuto in altre parti d’Europa, ad esempio in Normandia (non a caso Dongo è gemellata con la città francese di Arromanches-les-Bains) dove ogni anno un percorso storico-turistico che ripercorre gli avvenimenti legati allo sbarco degli alleati del 1944 richiama oltre 300mila visitatori. Da questo progetto - conclude Mojoli - ci attendiamo, quindi, anche un miglioramento dell’attrattività del nostro territorio, soprattutto di quelle aree più periferiche che spesso non sono interessate dai percorsi di visita”.
(In foto Mussolini con il tenente Birzer all'uscita della Prefettura di Milano, poco prima della partenza per Como. E' l'ultima immagine di Mussolini vivo)

Nel dettaglio i fondi stanziati saranno così ripartiti:

Sistema di segnaletica turistica coordinata per l'itinerario "La fine della Guerra" e attività di coordinamento del partenariato - Provincia di Como (l’intervento mira a rendere fruibili ed accessibili i luoghi storici all’interno dell’itinerario storico-tematico e coinvolgerà 25 comuni e oltre 40 luoghi).
Euro 170.000,00

Palazzo Manzi opere di restauro e risanamento conservativo per allestimento museale - Comune di Dongo.
Euro 896.840,00

Formazione area di servizio museo della resistenza - Comune di Dongo.
Euro 1.347.932,10

Riqualificazione lungo lago Viale Cavour nell'ambito della valorizzazione storica del dopoguerra - Comune di Dongo.
Euro 852.815,84

Nuovo centro culturale storico polifunzionale di Parco Scalini - Comune di Dongo.
Euro 586.678,80

Riqualificazione del percorso all'interno dell'itinerario storico culturale "La fine della guerra" nel tratto da Casa De Maria a Villa Belmonte con sistemazione del fabbricato ad uso polifunzionale didattico museale - Comune di Mezzegra.
Euro 586.678,80

Il totale complessivo è di Euro 4.064.266,74. A questi si devono, poi, aggiungere euro 505.690,00 (75% a fondo perduto, 25% con fondi propri) che sono stati assegnati con altro bando europeo al Comune di Musso per il recupero dell'ex opificio Salice da adibire a centro espositivo dei fatti storici del '45.

redazione@ininsubria.it

CommentCommenta l'articolo, lasciaci una tua opinione.
Titolo

Commento di massimo 500 battute carattere

Se “Como, un percorso storico-turistico per raccontare la fine del fascismo” è di tuo interesse, ti proponiamo di leggere anche:
  • Varese, il suo sistema turistico un modello da imparare

    Varese, il suo sistema turistico un modello da imparare

    “Varese Land of tourism” diventa metodo di formazione per il sistema turistico Po di Lombardia. A Cremona prima lezione per volere della Regione                                                                                                                                                                                                                                                             

  • Accompagnatore turistico: un corso a Como

    Accompagnatore turistico: un corso a Como

    Promosso un corso di preparazione all’esame di abilitazione per la figura professionale                                                                                                                                                                                                                                                                                                   

  • WelComo: il primo video turistico del Comune di Como

    WelComo: il primo video turistico del Comune di Como

    E’ stato realizzato in inglese ed italiano ed è visionabile online:"La scommessa da vincere è quella di riuscire a convincere i turisti a tornare in questi luoghi"                                                                                                                                                                                                                                                 

  • Il Casula al Castello

    Il Casula al castello

    Gli studenti diventano ciceroni e spiegano ai visitatori cosa c’è dietro all’immagine, illustrandone le vicende storiche e critiche                                                                                                                                                                                                                                                                     

  • Navigazione: possibile recuperare 10 milioni

    Navigazione: possibile recuperare 10 milioni

    Regione Lombardia prova ad agire sul decreto Milleproroghe per i laghi Maggiore, Garda e Como. Il Carroccio:"Servizio indispensabile"                                                                                                                                                                                                                                                                     

  • Il Giro di Lombardia torna a Como

    Il Giro di Lombardia torna a Como

    In corso contatti con gli organizzatori per la partenza della gara quest’anno e l’arrivo nel 2015                                                                                                                                                                                                                                                                                             

  • Tutta Como a portata di web

    Tutta Como a portata di web

    Presentato il nuovo spazio internet dell’assessorato al Turismo. Da aprile filmati e visite interattive daranno all’utente anche la possibilità di interagire                                                                                                                                                                                                                                                     

  • Una guida su parchi e ville storiche del lago

    Una guida su parchi e ville storiche del lago

    Un itinerario di 40 giardini visitabili della provincia ideato per offrire visibilità alle potenzialità attrattive del Lario e del territorio limitrofo                                                                                                                                                                                                                                                         

  • Il futuro del Fox Town è a Como?

    Il futuro del Fox Town è a Como?

    Querelle tra lo storico centro commerciale di Mendrisio e Berna per via delle aperture domenicali. Si tratta sulla soluzione, ma nel caso non andassero a buon fine...                                                                                                                                                                                                                                               

  • Tra bellezza e spiritualità: un itinerario turistico per Expo 2015

    Tra bellezza e spiritualità: un itinerario turistico per Expo 2015

    Villa Cagnola di Gazzada, il Museo Baroffio del Sacro Monte di Varese e quello della Collegiata di Castiglione Olona si uniscono offrendo un pacchetto turistico                                                                                                                                                                                                                                                   

Aeroporti Internazionali Forlanini di Linate e di Malpensa. Gestiti dalla Società SEA, informazioni sugli orari dei voli le tariffe
Giornale ininsubria su Facebook
La nostra pagina su Facebook La nostra pagina su Twitter rss feed - articoli dell'ultimo mese
Redazione | Direttore | Pubblicità | Lettere

InInsubria - P.IVA 03078100124 - Registrazione al Tribunale di Varese n° 943