Guendalina Tavassi, l’ex marito rompe il silenzio dopo la scarcerazione: “Le soluzioni sono due…”

Questo clima mite è testimoniato dalle parole che ha nei confronti di chi lo ha sempre sostenuto, senza però criticare chi non ha preso le sue posizioni: «Comunque una cosa che ho imparato è non portare rancore e andare avanti. E ovviamente ripartire dalle persone che mi sono state vicine, la famiglia e i miei figli».
Umberto D’Aponte torna sui social dopo il carcere, l’ex marito di Guendalina Tavassi e lancia un messaggio che non ha lasciato indifferenti.
Il carcere spesso serve per meditare sui reati commessi e migliorare come persone. Questo è il presupposto con cui Umberto D’Aponte ha affrontato questo periodo di reclusione e adesso, di ritorno sui social, lancia un messaggio importante. Un sorriso che sembra essere ritrovato dopo il processo in tribunale contro l’ex Guendalina Tavassi e le accuse di maltrattamenti fisici e tradimenti. Sul suo profilo Instagram adesso si mostra sereno e disteso, come testimoniano le sue ultime stories.
Dopo essere sparito alla fine dell’estate dal mondo dei web, adesso sembra essere deciso a frequentarlo con maggiore assiduità e mostrarsi attivo, condividendo con chi lo segue il suo quotidiano. Sono stati tanti i messaggi di solidarietà che li sono giunti in privato e che l’hanno spronato a condividere i ringraziamenti e renderli pubblici con le sue stories.
Non è rimasto indifferente al sostegno che ha ricevuto da molte più persone di quanto pensasse e questo atteggiamento di apertura e di serenità è senza dubbio conseguenza di questa ondata di bene trasmessa virtualmente.

Umberto D’Aponte e la ritrovata serenità

Adesso Umberto spera di abbracciare di nuovo i suoi due figli Salvatore e Chloe e nel video lancia un messaggio d’affetto anche per loro: «Ci tenevo di nuovo a ringraziarvi. Scusate se non mi è così semplice. Vi mando un bacio»

Una nuova consapevolezza è emersa dentro di lui: «Nella vita ci sono cose che ti cerchi e altre che ti vengono a cercare. A volte le cose non le hai scelte e nemmeno le vorresti, ma arrivano e dopo non sei più uguale».

Una maturazione resa pubblica attraverso due possibili soluzioni per superare questo difficile momento che ha vissuto, un bivio che ha affrontato nel modo giusto: «A quel punto le soluzioni sono due: o scappi cercando di lasciartele alle spalle o ti fermi e le affronti. Qualsiasi soluzione tu scelga ti cambia e tu hai solo la possibilità di scegliere se in bene o in male».