Pier Paolo Spollon, attore di Che Dio ci aiuti: “La situazione è terribile” | L’appello esasperato

È un appello piuttosto esasperato quello che ha fatto Pier Paolo Spollon sui propri social, ma che mette in evidenza un grande problema ch andrebbe risolto al più presto. Ecco di che si tratta. 

Il suo è un appello piuttosto esasperato, che mostra il triste stato in cui si è ritrovato il mondo dello spettacolo. Un messaggio che è stato scritto in un post di Instagram, attraverso il quale l’artista ha voluto lanciare un grido di aiuto nei confronti di chi in questo momento sta vivendo un momento di grande difficoltà.

Pier Paolo Spollon, fonte Facebook

L’artista in questione è Pier Paolo Spollon, un attore che ha iniziato a recitare a doli 18 anni e che ha raggiunto la fama grazie alla partecipazione nel 2011 alla serie “Che Dio ci aiuti“, che ha come protagonista anche Elena Sofia Ricci. Nella serie ha avuto modo di interpretare il ruolo di Emiliano, grazie al quale ha potuto dimostrare di avere un grande talento. Oggi infatti è uno degli attori più amati del piccolo schermo.

Avendo partecipato a questa serie l’attore è diventato un personaggio famoso e di conseguenza ha voluto sfruttare la sua popolarità per raggiungere tramite i social quante più persone possibili. Una decisione piuttosto saggia trattandosi di un appello importante.

 

L’esasperato appello

Pier Paolo Spollon, fonte Facebook

Sulla sua piattaforma di Instagram conta ben 200 mila follower, per questo motivo ha scelto di lanciare il suo messaggio proprio lì. Sicuramente era convinto che in questo modo avrebbe ottenuto l’attenzione di molte persone.

Il suo è stato un messaggio davvero importante, che ha mostrato la grave situazione in cui si trova attualmente il mondo dello spettacolo. È il settore che ha subito maggiormente gli effetti della pandemia, che ha causato degli enormi problemi a livello sanitario, psicologico ma anche economico.

Diverse aziende sono state costrette a chiudere a causa della pandemia e anche diverse categorie di lavoratori hanno avuto delle grande difficoltà, tra cui anche quelli del settore dello spettacolo.

Pertanto questo è stato l’appello di Pier Paolo Spollon: “Le lavoratrici e i lavoratori del mondo dello spettacolo […] sono tra quelli che hanno maggiormente subito gli effetti devastanti della pandemia sul lavoro […] Si appellano affinché vengano sbloccate le risorse necessarie a garantire la sopravvivenza di migliaia di persone“.

È un messaggio che riflette la chiara condizione di chi si ritrova a lavorare sia davanti che dietro a un palco e che è rimasto senza lavoro a cusa della terribile pandemia.