Laura Pausini, la carriera a rischio per la malattia: “Quattro mesi terribili”

La sua è una carriera davvero luminosa, eppure qualche tempo fa ha vissuto dei momenti di puro terrore, poichè ha visto la sua vita cadere a pezzi davanti ai propri occhi 

Sin da piccola ha sempre mostrato un grandissimo amore per la musica, che negli anni l’ha resa una delle cantanti più amate degli ultimi anni. Una passione che sicuramente le è stata trasferita dal padre Fabrizio Pausini, un famoso artista di piano bar.

Laura Pausini, fonte Facebook

Ha dato inizio alla sua carriera sul palco del Festival di Sanremo con il brano “La Solitudine” e negli anni ha conquistato sia il pubblico italiano che quello straniero. Non si può quindi che definire una delle cantanti italiane più apprezzate del mondo, le cui canzoni hanno addirittura ottenuto una candidatura al premio Oscar. Il suo brano “Io sì” (in inglese “Seen”) nel 2021 è stato in gara agli Oscar in qualità di Migliore canzone originale e gli ha anche consentito di ottenere il Nastro D’argento.

Proprio quel momento per Laura Pausini è stato probabilmente il traguardo più importante della sua carriera, che l’artista ha voluto condividere sui social con queste parole “Sono davvero molto felice e onorata. Ricevere un premio in Italia per me vale più di qualsiasi cosa, vi ringrazio davvero con tutto il cuore

Tuttavia la carriera della cantante non è fatta solamente di rose e fiori. Non appena superato il duro momento del lockdown Laura Pausini si è ritrovata ad affrontare un brutto momento, che ha definito come “esperienza traumatica“.

 

La malattia che ha messo in pericolo una brillante carriera

Laura Pausini e Pippo Baudo, fonte Facebook

Qualche tempo prima di ottenere l’ambito riconoscimento l’artista si è ritrovata ad affrontare un periodo particolarmente duro, che ha addirittura definito come terrificante e che ha poi raccontato ai microfoni di Radio Dj.

Sembra che alcuni anni Laura Pausini sia stata colpita da una patologia che se colpisce i cantanti si dimostra un vero inferno. Una malattia che per ben quattro mesi le ha causato la perdita della voce. In pratica ha visto crollare davanti a sè la propria carriera. “Questa esperienza mi ha traumatizzata. Sono stati quattro mesi terribili che mi hanno segnata” ha dichiarato la cantante.

Fortunatamente però non ha affrontato questo terribile momento in solitudine. A sostenerla c’è stato anche un suo caro vecchio amico oltre alla famiglia. Stiamo parlando proprio di Pippo Baudo, che oltretutto era conduttore del Festival di Sanremo quella prima volta che Laura Pausini ne ha calcato il palco.

È stato proprio lui ad accompagnarla in Austria per ricevere le cure adatte ed è stato lui a preoccuparsi per la sua salute consigliandole di tenersi costantamente sotto osservazione.