Simona Ventura, la rivelazione drammatica sulla figlia: “Una battaglia difficile”

La vita di Simona Ventura, nonostante i grandi successi nel campo della conduzione televisiva, non è certo tutta ‘rose e fiori’. Proprio con la figlia, ha rivelato, si è sviluppata una situazione difficile.

Showgirl, conduttrice e, naturalmente, grande conduttrice: non c’è cittadino italiano che abbia guardato la televisione e non abbia riconosciuto l’inconfondibile sorriso di Paola Ventura. Eppure, al di là dei successi e della ricchezza conquistati con una lunga gavetta sul piccolo schermo, Simona Ventura ha una situazione famigliare difficile.

Simona ventura per Rai 3, screenshot della trasmissione

Le prime comparsate sulla televisione possono essere rintracciate al 1985, quando era una (bella) concorrente ai tanti quiz e giochi a premi che affollavano la televisione dell’epoca. Passò poi a essere una valletta per il quiz di Rai 1 Domani sposi, praticando poi la carriera giornalista per i programmi di TMC negli anni Novanta. Nel 1995, ecco la svolta: dapprima “il” volto di Italia 1 per la Mediaset, poi la continua presenza su Canale 5.

Negli ultimi anni è inoltre passata alla Rai (2001-11), poi per il Festival di Sanremo 2004, infine per Sky Italia (2011-13). Dal 2019 è nuovamente il volto per eccellenza di Rai 2; ma senza dimenticare il ruolo quale giudice per X Factor, Notti sul ghiaccio, Amici di Maria De Filippi e il Festival di Castrocaro 2019.

Sotto il profilo invece della vita famigliare, la Ventura si è sposata con Stefano Batterini, dal quale ha avuto rispettivamente Giacomo e Niccolò. A seguito della separazione con Batterini, la Ventura ha avuto inoltre un’altra figlia, di nome Caterina.

Da quale partner? In realtà si tratta di un’adozione, una figlia giunta da un parente molto stretto di Simona ventura. Quando Caterina aveva ancora poche settimane, allora la Ventura ha scelto di adottarla.

Affido, quante difficoltà! La confessione di Simona Ventura

Simona Ventura e Giovanni Terzi, foto da Facebook

L’adozione è avvenuta nel 2008, proprio a seguito della separazione con Bettarini; nonostante ciò la Ventura ha sempre commentato di non aver esitato nel procedere all’adozione, nonostante il periodo fosse molto delicato.
E’ stata una battaglia difficile, ha confessato la Ventura: dapprima infatti Caterina le è stata affidata per due anni; poi la riconferma ed ecco altri due anni di affido. La conduttrice ha poi chiesto e ottenuto che l’affido divenisse senza termine. E infine, il sospirato momento; l’adozione vera e propria.

L’adozione è stata infatti ufficializzata nel 2014; sebbene la Ventura abbia più e più volte sottolineato di non voler rimpiazzare in alcun modo la madre biologica, ma solo di tutelare legalmente Caterina, trasmettendole il suo cognome. Caterina è infatti ora la sorella minore di Niccolò e di Giacomo.

Simona Ventura con la figlia in affido, foto da Instagram

Secondo i testimoni, i due parenti la trattano come una “principessina di casa”. Il percorso, per quanto difficile e burocraticamente arzigogolato, si è dunque concluso e Caterina Ventura è ufficialmente “parte della famiglia”.