Tiberio Timperi, il messaggio commovente per l’amico scomparso: un dramma

Tiberio Timperi ha ricordato un amico recentemente scomparso con un messaggio commovente, ecco cosa ha scritto e di chi si tratta

Tiberio Timperi, uno dei presentatori più amati della televisione italiana, ha dimostrato nel corso degli anni di avere un grande spessore umano. Un volto storico della Rai che ha ottenuto un importante consenso da parte del pubblico e degli addetti ai lavori che hanno contribuito a gettare le basi di una carriera di spicco con la conduzioni di molti programmi dopo una lunga esperienza come giornalista, percorso che hanno compiuto anche altri suoi colleghi.

Dalla radio alla tv, dal giornalismo all’intrattenimento

Il tutto cominciato nel 1977 quanto Tiberio ha mosso i primi passi per Radio Mare Cesenatico, proseguendo poi in diverse emittenti radiofoniche private tra cui Punto Radio di Firenze e Radio Centro Suono di Roma. Da lì c’è stato il grande salto nel mondo della televisione con il vero e proprio debutto alla conduzione del tg dell’emittente romana Tele Regione. Poi un’esperienza decisiva, quella a Telemontecarlo, che ha permesso a Tiberio di acquisire il tesserino da giornalista professionista. Nel 1991, poi, l’approdo in quel di Mediaset dove il giornalista ha lavorato in prima battuta al TG4 e a Studio Aperto.

Poi la conduzione di trasmissioni di intrattenimento, viste le grandi doti che gli hanno permesso con il tempo di emergere proprio nel ruolo di presentatore. Unomattina in famiglia, programma in onda sulle reti Rai, ha visto Timperi al timone della trasmissione per molti anni, accompagnando la visione a milioni di casalinghe e pensionate. Un modo di condurre pacato e sorridente, in grado di mettere a proprio agio l’intervistato e l’ospite di turno.

Di recente ci ha lasciati l’attore Paolo Calissano, amatissimo dal pubblico ma anche dai tanti amici che aveva trovato nel mondo dello spettacolo. Tra questi c’è proprio Timperi che lo ha ricordato con queste parole sui propri social: “Il  web restituisce tutto. Quando meno te lo aspetti. La tv lo aveva acceso e poi spento. Ma con il suo cinismo sarebbe stata pronta ad accoglierlo come caso umano. La sua dignità ha fatto da trincea. Dignità. E fragilità. Inaspettata, questa. Madre di errori per i quali Paolo ha pagato forse più del dovuto. Vederlo andar via così,mi ha riempito di tristezza“. Parole commoventi che hanno fatto emergere la profonda amicizia che lo legava al compianto Paolo, mettendo in risalto anche il senso di vuoto lasciato dalla sua perdita.