Katia Ricciarelli, il mantenimento che gli da Pippo Baudo è mostruoso: supera il prezzo di una casa

Katia Ricciarelli è stata, per decenni, la moglie del noto conduttore televisivo Pippo Baudo. Poi il divorzio e, va da sé, il mantenimento. Ma quanto “costa” la Ricciarelli a Baudo? Scopriamolo insieme.

Katia Ricciarelli ha avuto nell’ultimo periodo un ritorno di popolarità con la partecipazione alla sesta edizione del Grande Fratello Vip. La soprano italiana era sì una presenza nota per la tv e i giornali scandalistici, ma pochi la immaginavano come una presenza naturale alla grande casa; eppure la Ricciarelli si è trovata a suo agio e ha saputo conquistare l’attenzione del pubblico.

Katia Ricciarelli per “Verissimo”, screenshot della trasmissione

Dopotutto stiamo discutendo non di una ragazza abituata alle luci della ribalta, ma di un’anziana donna sessantaseienne, proveniente da Rovigo. Eppure la Riccarelli ha dimostrato un caratterino non da poco, fornendo al reality show una serie di litigate memorabili che hanno registrato il picco di share.

Secondo alcune malelingue Katia Riccarelli sarebbe stata inoltre facilitata nel suo ruolo all’interno della casa dal rapporto con il conduttore di Canale 5, Alfonso Signorini; questi si sarebbe comportato infatti in maniera decisamente più liberale dei suoi concorrenti.

Nonostante quest’appoggio “dall’interno”, Katia Ricciarelli ha dovuto comunque abbandonare il Grande Fratello; non ha potuto neppure presenziare tra gli eliminati, essendo risultata positiva al Covid-19. La malattia ha presto fatto il suo corso durante due settimane di degenza e la Ricciarelli è guarita in breve tempo.

Katia Riccarelli, ecco quanto costa a Pippo Baudo

Era un lontano gennaio del 1986 quando Katia Ricciarelli si sposò con Pippo Baudo. La coppia non ebbe figli, ma rimase insieme a lungo, sino al 2004, anno della separazione. La scure del divorzio è giunta poi nel 2007; e già all’epoca la cifra da capogiro per il mantenimento della moglie agitava tutti i giornali.

Secondo alcune fonti, mai riverificate, Pippo Baudo versava 12mila euro al mese all’ex moglie; da sommare a diversi milioni di euro come liquidazione definitiva. Sulla questione è intervenuta tuttavia, ad un certo punto, la stessa Katia Ricciarelli, smentendo le voci che si rincorrevano e ingigantivano sulla cifra.

Katia Ricciarelli per Rai 1, screenshot della trasmissione

Al contrario io non ho ricevuto niente né dal matrimonio né tanto meno dal divorzio”, ha affermato la soprano sulle pagine del settimanale Nuovo. Successivamente ha aggiunto: “Al momento della separazione, in una fase interlocutoria, il tribunale mi diede un assegno di 12 mila euro mensili, percepii solo un periodo e venne sospeso quando il nostro matrimonio si chiuse col divorzio. Da quel momento il mio ex marito non mi ha dato più niente. Non gli ho mai chiesto niente, il mio lavoro mi consente una completa indipendenza economica di cui vado fiera”.