Fiorello, dopo il terremoto arriva l’annuncio: la situazione è delicatissima

È davvero delicata la situazione che Fiorello sta vivendo in questi giorni, che ha generato un enorme caos nel mondo della televisione. Ecco cosa è successo. 

È una situazione piuttosto delicata quella che sta passando in questi giorni uno degli showman più amati in Italia, ovvero Rosario Fiorello.

Fiorello, fonte Pinterest

Tutto a causa di alcune polemiche, che sembrano essere state scatenate subito dopo la nascita di alcune ipotesi sull’inserire uno show dell’artista all’interno del Tg1 Mattina. Ipotesi che non sembrano essere state per nulla accolte dalla rappresentanza sindacale che si è opposta alla situazione.

Si è così generato un certo scompiglio, che è poi sfociato in una lettera da parte di tutta la redazione del telegiornale e rivolta allo stesso Fiorello.

Caro Fiore, ti scriviamo in nome e per conto di tutta la redazione del Tg1, che nutre grande stima per il tuo lavoro e si diverte come tutti, da sempre, con le tue invenzioni televisive.” È con queste parole che ha inizio il documento con il quale la redazione vuole rivolgersi nei confronti dello showman per specificare che tra lui e il personale del Tg non c’è nessun conflitto, ma che si stia cercando in realtà un compromesso che possa dare al futuro programma una giusta collocazione.

È una situazione che in passato sembra essere già stata affrontata anche da Renzo Arbore. Sembra infatti che nel momento in cui aveva cercato di dare vita a un programma innovativo, si era poi ritrovato a scontrarsi contro il Tg2 della notte. Fortunatamente la cosa si era poi risolta con un accordo tra l’artista e il direttore del telegiornale.

La lettera rivolta a Fiorello però non finisce qui, ma continua: “Il Tg1 non è in guerra con nessuno, come scrivono i giornali, tantomeno con un artista del quale continuamente racconta le mirabili imprese televisive. Il Tg1 ama gli artisti e li promuove da sempre, porte aperte a tutti e nessuno scontro tra professionisti della Tv. I titoli dei giornali non hanno evidenziato questo rispetto per il lavoro reciproco, hanno parlato solo di guerra a Fiorello, per questo ci teniamo a sottolinearlo: Fiorello ci piace, ma con un progetto anche per il Tg1 e i suoi giornalisti“.

 

L’annuncio dopo un burrascoso contrasto

Fiorello, fonte Pinterest

Ma non finisce qui. Fiorello ha ricevuto anche una seconda lettera, nella quale i membri della redazione del Tg1 si sono sentiti sconvolti a causa dell’acceso scontro avvenuto nei confronti dello showman.

Sconcertati da come la legittima difesa di uno spazio informativo e del proprio lavoro, di fronte ad una decisione sulla quale non c’è stato alcun confronto o informativa con l’azienda, venga trasformato pubblicamente in uno scontro da cortile. Ci piace la sua satira, non ci piace la satira di cattivo gusto che banalizza tutto in dualismo elementare tra buoni e cattivi, che ridicolizza e diffama il nostro lavoro. Chiediamo rispetto per il lavoro di tanti professionisti, che in questi mesi stanno cercando di raccontare al meglio al grande pubblico la quotidianità e gli eventi straordinari, facendo il proprio dovere di giornalisti del servizio pubblico. Invitiamo i colleghi che criticano la nostra difesa del Tg1 a informarsi prima di vergare i loro commenti. Ci è arrivata la notizia di un ripensamento sulla collocazione e quindi ha annullato l’incontro di oggi. Resta la richiesta all’azienda di un incontro su questa tema.