Federica Panicucci, il triste lutto annunciato in diretta: “Giunta la notizia della sua morte”

Una morte improvvisa, un lutto certamente doloroso: l’edizione di Mattino Cinque si è aperta l’altro ieri con un annuncio che pochi si aspettavano, certamente non i conduttori Francesco Vecchi e Federica Panicucci. Scopriamo insieme che cos’è successo. 

Mattino Cinque è iniziato con un clima molto più mogio, molto più depresso dell’usuale carica di energia che presenta. C’era un clima ‘da funerale’ e con buone ragioni: un importante figura politica aveva abbandonato lo scenario italiano, era scomparsa dopo una lunga malattia.

Federica Panicucci per Mattino Cinque, screenshot della trasmissione

Era infatti morto l’ex Ministro e Governatore della Lombardia Roberto Maroni: “Ed eccoci… Buongiorno… Ben ritrovato al pubblico a casa che ci segue in diretta…Iniziamo ricordando Roberto Maroni…

Non è infatti usuale che scompaia una delle figure chiave della ‘storica’ Lega Nord, cofondatore con Umberto Bossi. Un politico che, nel bene e nel male, ha impresso la sua orma politica sulla storia della Repubblica dal duemila ad oggi, con progetti di legge e ruoli di primo piano.

Il conduttore Francesco Vecchi ha dichiato tutto il suo dispiacere, andando bene al di là del suo ruolo di presentatore: “Naturalmente a noi dispiace moltissimo… Mandiamo un forte abbraccio a tutti i suoi cari…

Come è morto Roberto Maroni? La straziante malattia

La conduttrice Federica Panicucci ha riecheggiato i sentimenti di Vecchi, ha augurato solo il meglio per la famiglia del politico leghista: “Ci stringiamo alla famiglia, certo… Assolutamente… “. Insomma, le usuali parole riservate alla morte di una celebrità, in questo caso politica. Successivamente il conduttore ha iniziato a parlare del conflitto Ucraina-Russia, evidenziando l’ipotesi di costruire un muro al confine da parte della Finlandia.

Maroni negli ultimi anni, foto di adnkronos

Ma come è morto Roberto Maroni? Era sofferente da tempo da una forma di tumore; secondo il quotdiano Libero era un ‘tumore al cervello’. Era tutto iniziato a gennaio 2021, quando a seguito di un malore improvviso era caduto in casa, sbattendo malamente la testa. Era stato poi ricoverato; e sottoposto a intervento chirurgico d’urgenza all’istituto neurologico Besta di Milano. Nonostante il rigidissimo riserbo sulla questione, non si era poi mai veramente ripreso.

Francesco Vecchi ha ricordato che “Era malato da tempo…E’ stato il Governatore della Lombardia, ma è stato anche Ministro dell’Interno e Ministro del Lavoro…Insomma si sta parlando di una figura importante in quegli anni nella Lega… “. Panicucci si è dichiarata d’accordo, annuendo con grande enfasi. Una storia, quella della morte di Maroni, che sembra aver colpito molti italiani; un fatto sorprendente considerando come rimanesse una figura divisiva, molto ‘carica’ politicamente Forse gioca un suo ruolo la nostalgia verso la politica dei primi anni del duemila, come già avvenuto con il redivivo Berlusconi.