Chiara Ferragni, il brutto colpo incassato dall’influencer: “Parac*lata vittimistica” | Cosa è successo

Chiara Ferragni ha ricevuto un’aspra critica da parte di una nota giornalista riguardo a una raccolta fondi di cui è protagonista

Chiara Ferragni è stata attaccata da Selvaggia Lucarelli riguardo alla raccolta fondi e la questione inerente al pandora Balocco. In particolare ha sottolineato che lo sfogo della moglie di Fedez contro gli haters che hanno criticato il suo fisico definendola brutta sia stato un modo per spostare l’attenzione su un tema molto delicato.

La donazione all’Ospedale Regina Margherita di Torino da parte di Balocco e della Ferragni è stata analizzata dalla giornalista e sembra non esserci stata ma entrambi non hanno rilasciato dichiarazioni in merito per difendere il proprio gesto.

Chiara Ferragni riceve insulti dal giorno uno del suo approdo sul web che sono pari allo 0,1 per cento dei complimenti sulla sua fig*ggine ma ne fa un caso quando le serve spostare il focus da ‘cinica imprenditrice del pandoro’ a ‘neo vittima degli hater’. Grande classico del metodo Ferragnez“, ha dichiarato la Lucarelli.

Una cosa che ho sempre detestato è strumentalizzare gli hater  per creare il caso del giorno. Una certa quantità di insulti, offese, odio è ormai endemica, specialmente se si è personaggi esposti. Lo sappiamo bene, lo sappiamo tutti. Prendere qualche commento sciocco o brutto fra mille belli e lusinghieri e far passare la manciata di insulti per una shitstorm in corso è disonesto. Sappiamo distinguere bene una shitstorm da qualche commento degli imbecilli di turno“, continua Selvaggia.

Selvaggia Lucarelli e la polemica contro Chiara Ferragni

Sappiamo capire bene, come direbbe la più nota imprenditrice digitale, quale sia il sentiment prevalente. Un esempio? Prendo l’ultimo mio post su Ballando. Quasi tutti i commenti sono positivi o neutri, ma ovviamente ci sono anche i soliti hater che ormai in una certa quantità considero endemici. A questo punto però posso decidere che storia raccontarvi“, conclude nel suo discorso la giornalista de Il fatto quotidiano.

Definisce il suo atteggiamento come vittimistico: “Non pretendo chissà quale approfondimento sul tema da Chiara Ferragni, ma neppure la parac*lata vittimistica ad orologeria. Era più educativo e rispettoso per chi la segue e ha acquistato il dolce rispondere sul caso del pandoro, che lamentarsi perché lo 0,1% dei suoi follower le dice che è brutta mentre qualche milione di persone la venera“.

Resta da chiarire il dono della presunta donazione o meno che coinvolgerebbe anche la nota marca di pandori Balocco che molti italiani troveranno sul proprio tavolo durante il pranzo natalizio.