Patrizia De Blanck, dopo la corsa in ospedale il responso del medico: “Un’altra notte…”

Patrizia De Blanck ha raccontato di recente di avere avuto un grave problema di salute e di essere stata costretta a un ricovero urgente in ospedale

Patrizia De Blanck è la contessa più amata della televisione italiana, una lunga carriera come opinionista e volto del mondo dello spettacolo, iconica nella sua semplicità e apprezzata per questo dal pubblico che l’ha sostenuta in tutte le sue apparizioni sul piccolo schermo, in particolare quella recente al Grande Fratello Vip dove è stata assoluta protagonista, al punto da essere poi chiamata dal conduttore Alfonso Signorini anche a commentare le vicende della casa più ambita d’Italia una volta eliminata.

Prima di quest’importante esperienza che l’ha riportata alla ribalta mediatica, la De Blanck ha passato un momento davvero complicato. La nota contessa, infatti, ha rivelato di aver rischiato di morire, nel 2018, a causa di una dacriocistite.

Si tratta di una malattia che ha come sintomi l’ostruzione del dotto lacrimale ed è un’infezione del sacco lacrimale. Di solito la patologia si presenta più frequentemente nei bambini e, nella maggior parte dei casi, va via da sola. In età adulta, invece, può essere causata da streptococchi.

Non è stato sicuramente facile per lei guarire e riprendersi data l’aggressività con cui si è presentata ma la tenacia che la caratterizza dal punto di vista caratteriale è stato un fattore importante per superare progressivamente le sue delicate condizioni di salute.

Patrizia De Blanck e il ricovero urgente in ospedale

Ospite di Barbara D’Urso nel suo quotidiano appuntamento di Pomeriggio Cinque, Patrizia De Blanck ha raccontato la sua malattia senza filtri e con minuziosità di dettagli: “Il pus era arrivato dietro all’orecchio. Stava per raggiungere il cervello. Ho rischiato di morire di meningite fulminante. La scorsa estate ho pianto molto per la morte del mio cane. E le lacrime hanno fatto infezione. Ma non vado mai dal medico“.

Un problema di salute che si era acutizzato al punto da rischiare la vita se non ci fosse stato un tempestivo ricovero ospedaliero: “Mi ha costretto Giada il 10 agosto a correre in pronto soccorso perché il mio viso era completamente deforme. Il medico che mi ha salvato, ha detto che se avessi trascorso un’altra notte così sarei morta per una meningite fulminante“.

Una conclusione della vicenda a lieto fine ma non senza molta paura. Adesso la De Blanck sta bene e può continuare a essere un esempio per molte giovani donne, una personalità forte e senza peli sulla lingua.