Giovanni Ciacci, dopo il reality la brutta malattia: “Perché devo pagare un prezzo così alto?”

Un selfie di Giovanni Ciacci, dai suoi Social

Lo stilista Giovanni Ciacci, primo e unico sieropositivo entrato alla casa del GFVip, sta vivendo assai male il suo allontanamento. Il periodo, lontano dai riflettori televisivi, si sta rivelando difficile.  

Vivere con una malattia cronica, ancora oggetto di continui tabù metropolitani, può essere un’esperienza difficile, tale da richiedere un carattere forte; vivere poi con una simile malattia in un contesto di estrema visibilità, dinanzi a milioni di telespettatori, rischia di ‘spezzare’ l’animo, di portare a forti difficoltà.

E’ quanto avvenuto nel caso di Giovanni Ciacci, noto per essere stato la prima persona con HIV a entrare nella casa del Grande Fratello Vip. Un gesto coraggioso e una grande responsabilità; forse troppo grande, troppo onerosa seppure per una persona abituata alle luci della ribalta.

L’ingresso di Ciacci infatti era stato lodato dai giornali e dalle associazioni di Aids; avere una persona sieropositiva in TV poteva essere il punto di svolta per sconfiggere lo stigma a proposito di questa condizione. Eppure così non è stato: Ciacci si è unito alla generale riprovazione nei confronti di Marco Bellavia che aveva lamentato condizioni psicologiche difficili, unendosi secondo i telespettatori al ‘bullismo’ generale. E proprio dopo Bellavia era stato eliminato dalla Casa. Addirittura Ciacci aveva commentato pubblicamente la propria soddisfazione per l’eliminazione di Bellavia.

Di professione Stilista, Ciacci non ha apprezzato in generale l’esperienza della casa, affermando di essere stato considerato dagli altri concorrenti – a suo giudizio ingiustamente – un privilegiato. Prima ancora vi erano state addirittura polemiche, relative alla paura del contagio.

Le difficoltà fisiche (e mentali) di Ciacci: lo stilista è ‘distrutto’

Passato ormai un po’ di tempo, Ciacci è stato intervistato dal settimanale di gossip ‘Nuovo’. Ha rivelato nell’occasione come sia uscito dalla Casa alquanto malconcio, tanto sotto il profilo fisico quanto mentale. Le sue condizioni croniche sono peggiorate; e anche sotto il profilo mentale il GFVip non si è rivelato sano, tutt’altro.

Marco Bellavia ospite del GFVip, screenshot

Ho avuto brutti pensieri. Le analisi sono tutte sballate, sto male, non dormo, ho degli attacchi di panico, vado da uno psichiatra – ha spiegato Ciacci, riferendosi tanto alle analisi mediche, quanto a un sentimento generale di tristezza, evidente dalla domanda retorica con la quale conclude la risposta all’intervistatore – “Perché devo pagare un prezzo così alto?“.

Ma come era stato eliminato Ciacci? Era stato vittima del televoto flash, ‘distrutto’ dai telespettatori. Ciacci aveva tentato di scusarsi verso Bellavia per salvare la sua permanenza nella casa, ma ciò non era servito: “Mi dispiace tantissimo, chiedo scusa. – aveva dichiarato all’epoca – Giuro di non essermi proprio accorto e di non aver capito Marco Bellavia…” Troppo poco, troppo tardi.